Menu

 

TUTTI I NOSTRI FORMAGGI SONO PRODOTTI CON LATTE DI ALLEVAMENTI CHE RISPETTANO IL BENESSERE DEI PROPRI ANIMALI

 

Garantire prodotti di alta qualità è ciò che guida il nostro modo di lavorare ogni giorno.
Per fare un buon formaggio, occorre partire da una materia prima eccellente. E’ quindi interesse di tutta la filiera che le bovine siano allevate in condizioni ottimali  per produrre latte sicuro e di qualità.

 

Gruppo Lactalis Italia  lavora da sempre al fianco dei suoi allevatori, che in molti casi sono partner decennali: un team dedicato lavora accanto alle ai veterinari e alle istituzioni per  accompagnare gli imprenditori agricoli in un percorso volto a garantire ad ogni singolo animale le migliori condizioni di vita.



Gli allevamenti che conferiscono il latte ai nostri caseifici assicurano infatti metodi di allevamento che garantiscono il benessere degli animali in conformità al Decreto Legislativo del 26 Marzo 2001, n ° 146 “Implementazione della direttiva 98/58/EC sulla protezione degli animali allevamento”. Gli allevamenti sono costantemente controllati dai Servizi Veterinari – che in Italia dipendono direttamente dal Ministero della Salute – per garantire il rispetto dei requisiti della Direttiva Comunitaria.

 

La quotidiana collaborazione ha consentito di portare avanti , con ogni singolo allevatore, piani di valutazione specifici sul benessere degli animali, con l’obiettivo di monitorare e migliorare le condizioni di allevamento e finalizzare così delle buone pratiche di gestione per assicurare agli animali condizioni di vita sempre più eque, e con esse una produzione di latte migliore ad ulteriore garanzia della qualità dei nostri prodotti.

 

Nel 2019 abbiamo chiesto ai Nostri Allevatori di aderire al sistema di valutazione degli allevamenti CReNBA, il Centro di Referenza Nazionale per il Benessere Animale, che garantisce il “Benessere animale in allevamento”.   Questo protocollo si focalizza sugli aspetti strutturali, organizzativi e gestionali dell’allevamento che influenzano il benessere animale: è basato su più 90 punti di valutazione che devono essere effettuati da un Veterinario abilitato.
La metodologia adottata si propone di fornire un quadro il più oggettivo possibile della situazione della stalla e di valutare che le vacche vivano in spazi adeguati al loro benessere, libere di mangiare, bere e riposare senza costrizioni.

 

Grazie a un grande lavoro sinergico con i nostri fornitori, tutti i nostri conferenti latte in Italia saranno in possesso, entro la fine del 2020, di un attestato positivo di Valutazione su base CReNBA,  a ulteriore testimonianza del percorso intrapreso da anni per garantire i principi delle 5 libertà fondamentali degli animali e un utilizzo sempre più consapevole di farmaci.

LE CINQUE LIBERTÀ PER LA TUTELA DEL BENESSERE ANIMALE:


1. libertà dalla fame, dalla sete e dalla cattiva nutrizione;
2. libertà dai disagi ambientali;
3. libertà dalle malattie e dalle ferite;
4. libertà di poter manifestare le caratteristiche comportamentali specie-specifiche;
5. libertà dalla paura e dallo stress.